Raffaello Converso

in

CANTI DE LA DIMENTICANZA

Orchestrazioni ed elaborazioni
Roberto De Simone

Direzione musicale
Antonello Paliotti

Etimologicamente, Posillipo trae la sua denominazione dal significato di “luogo della dimenticanza”, “dell’oblio”, in relazione al fascino ammaliante e seduttivo della maga Circe e della sirena Partenope. In tal senso, Franz Listz intitolò alcune sue elaborazioni pianistiche di canti napoletani Notti di Posillipo, a sottintendere momenti di sospensione storica, dello smarrimento del presente, nel flusso di voci evocate dalla memoria immaginaria della smemorizzazione.
………………………..

Il presente progetto antologico – ed unitario – comprende un arco musicale che spazia storicamente da cinquecentesche villanelle della «Napoli gentile», da settecentesche reminiscenze pergolesiane o vinciane di eccellenti arie dell’Opera buffa, da ottocentesche melodie pervenuteci dalle altissime trascrizioni strumentali redatte da Mauro Giuliani, da Ferdinando Carulli, da Fernando Sor, fino all’approdo digiacomiano, melodizzato romanticamente dal Costa e dal De Leva.
L’ensemble esecutivo comprende, oltre a Raffaello Converso, una compagine strumentale di plettri, di chitarre, di qualche strumento ad arco, la cui stilizzazione armonica – o contrappuntistica – si avvale della sapienza compositiva di Roberto De Simone.

CANTI DE LA DIMENTICANZA

con

Raffaello Converso Voce / Mandolino – Violino – Chitarra
Antonello Paliotti Chitarra solista
Franco Ponzo Chitarra
Michele De Martino Mandolino I
Federico Maddaluno Mandolino II
Edoardo Converso Mandola
Salvatore Della Vecchia Mandoloncello
Leonardo Massa Violoncello

Boccuccia d’uno persico apreturo - Velardiniello (sec. XVI°)
Vurria addeventare - G. Leonardo Dell’Arpa (sec. XVI°)
Maronna nun’è cchiù - G. Thomaso De Maio (sec. XVI°)
Cingari simo - G. Domenico Del Giovane da Nola (sec. XVI°)
Canzonetta - W. A. Mozart (sec. XVIII°)
Nenna mia - L. Vinci (sec. XVIII°)
Si tu nenna m’amave n’autr’anno - Tradizionale (sec. XVIII°)
Ogni pena cchù spiatata - G. Battista Pergolesi (sec. XVIII°)
Te voglio bene assaje - R. Sacco – G. Donizetti (sec. XVIIII°)
‘A nuvena - S. Di Giacomo – E. De Leva (sec. XVIIII°)
Funiculì funiculà - G. Turco – L. Denza (sec. XVIIII°)

ph Ivan Nocera – Cubo Creativity Design

Il concerto ha debuttato a Casamarciano, il 28 giugno 2019
in prima esecuzione per il Napoli Teatro Festival Italia

e replicato:
il 7 luglio 2019 a Napoli nella Chiesa di Santa Maria della Colonna,
il 16 dicembre 2019 è stato ripreso presso l’Istituto italiano per gli studi filosofici Palazzo Serra di Cassano – Napoli, per l’inaugurazione dell’XI° Festival di Musica da Camera,
il 22 dicembre 2021 per Fondazione Ente Ville Vesuviane a Villa Campolieto – Ercolano (NA).

Il CD prodotto dalla ZEUS Record è stato pubblicato e distribuito il 2 agosto 2021

VIDEO CANTI DE LA DIMENTICANZA

Scrivi un Commento


Powerd by Luigi Marrazzo